Il passato incontra il futuro, l’archeologia dialoga con la tecnologia. Il Museo nazionale archeologico di Taranto presenta il nuovo ” MarTa-Lab”: si tratta di un laboratorio di artigianato digitale, nato dal progetto scientifico e culturale “MarTa 3.0”. «Appena la normativa sul contenimento del Coronavirus lo consentirà – raccontano dal MarTa – il MarTaLab, gestito da Paleos, darà vita a laboratori gratuiti sui temi della digital-fabrication come stampa 3d, robotica, laser cut, coding e rilievo 3d per i beni culturali. Saranno organizzati open day aperti a tutti sugli stessi temi». Inoltre, saranno scansionati numerosi reperti e saranno realizzate copie conformi per proporre nuovi percorsi espositivi nel museo, sfruttando proprio le tecnologie del FabLab. Ma il MarTaLab è innovativo non soltanto dal punto di vista tecnologico, ma anche sotto il profilo organizzativo e sociale: «La tecnologia è un mezzo privilegiato per creare una nuova esperienza di museo “partecipato”, il cui valore primario risiede nella viva e proattiva presenza della comunità», concludono dal MarTa.

Fonte: https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2020/04/19/il-progetto-nasce-martalab-larcheologia-del-digitaleBari12.html