NEMO, la rete delle organizzazioni dei musei europei, aderisce al Climate Heritage Network, l’associazione che mira a mostrare il ruolo che le arti, la cultura e il patrimonio possono svolgere nel raggiungimento delle ambizioni dell’Accordo di Parigi. “NEMO è già convinta che la cultura sia essenziale per la consapevolezza e l’azione in materia di cambiamento climatico. Nella sua ricerca per contribuire a un futuro migliore e più sostenibile, è stato naturale quindi unirsi alle altre organizzazioni no-profit e di volontariato che compongono il Climate Heritage Network”, si legge in una nota.

Nel complesso, 70 organizzazioni artistiche e culturali di tutto il mondo fanno parte del Climate Heritage Network, lanciato nell’ottobre 2019. Alla COP 25 di Madrid nel dicembre 2019, la rete ha lanciato il Piano d’azione per il clima Madrid-to-Glasgow Arts, Culture and Heritage, che introduce otto strumenti di azione per il clima basati sulla cultura. Il piano crea una roadmap che permetterà ad ogni organizzazione legata al patrimonio di fare la sua parte.

Sostenibilità e clima sono temi importanti per NEMO. NEMO non ha dedicato alla sostenibilità solo la European Museum Conference 2019, ma ha anche organizzato due webinar sul tema ed è coinvolta nell’iniziativa Museums for Future.

Fonte: https://agcult.it/a/14080/2020-01-10/clima-e-patrimonio-culturale-nemo-aderisce-al-climate-heritage-network